THE KNIGHTS

Forum di Esoterismo,Religioni,Civiltà Antiche,Psicologia,Parapsicologia,Cultura sui Cavalieri della Tavola Rotonda
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 MATRIX

Andare in basso 
AutoreMessaggio
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: MATRIX   Dom Ott 26, 2008 10:51 pm

La gnosi concepisce Dio come un'entità che raramente si cura di questo mondo. Al suo posto agiscono i cosiddetti eoni (5 nel Libro segreto di Giovanni; 30 secondo la tradizione Valentiniana), creature spirituali che formano il Pleroma, la Pienezza, la Luce. Uno di questi eoni, di nome Sophìa, generò per emanazione un ente spirituale dai grandi poteri ma dalla scarsa intelligenza. Questo atto di creazione costituì l'incidente modificatore della perfezione del Pleroma.



Sul perché di questo incidente le versioni sono svariate: si parla di un atto di vanità e di orgoglio da parte di Sophìa o di una attrazione fatale verso la materia o ancora di una dimostrazione di presunzione, consistente nella messa in opera della volontà di generare da sola, senza cioè la compartecipazione della componente maschile dell'Eone. Ne consegue la comparsa di una potenza deforme, dal viso di leone e dal corpo di serpente, ignorante del mondo superiore perché mancante della pura luce: Ialdabaoth, il Demiurgo.



Nell'arrogante convinzione di essere il dio definitivo, il Demiurgo è l'artefice del mondo illusorio (Matrix) e degli Arconti suoi guardiani (gli Agenti). L'uomo è costretto a vivere, dunque, in un SIMULACRO, una barriera al ricongiungimento con la Luce originaria, una prigione per lo spirito umano.



MORPHEUS: [Matrix] è il mondo che ti è stato messo davanti agli occhi per nasconderti la verità .

NEO: Quale verità?

MORPHEUS: Che sei uno schiavo, Neo. Come tutti gli altri sei nato in catene in una prigione che non ha sbarre, che non ha odore. Una prigione
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: Re: MATRIX   Dom Ott 26, 2008 10:51 pm

L'impressionante parallelismo è avvalorato dalla credenza gnostica secondo la quale ogni essere umano serve il Demiurgo in una specie di sonnambulismo che gli impedisce di guardare veramente dentro se stesso e conoscere la verità. Il concetto di Matrix come "Dream World" si ricollega peraltro al significato del nome Morpheus. Nella mitologia greca, Morfeo, figlio di Ipno (il dio portatore del sonno) e di Nyx (la Notte), è il dio dei sogni.



Gli Agenti Smith, Jones e Brown sono l'equivalente "matrixiano" degli Arconti gnostici: come i Guardiani del Demiurgo esercitano funzioni di controllo sul mondo fasullo, così gli Agenti sono incaricati di mantenere l'ordine e di sottomettere la realtà virtuale di Matrix.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: Re: MATRIX   Dom Ott 26, 2008 10:53 pm

Un altro punto di contatto fra Matrix e lo gnosticismo risiede nelle parole dell'Agente Smith, che definisce la prima versione della Matrice come un "mondo perfetto", una sorta di Paradiso Terrestre. Nella mitologia gnostica, per contrastare il Demiurgo, Sophìa cercò di liberare i primi uomini, Adamo ed Eva, dal Giardino dell'Eden. Per riuscire nel suo intento, entrò nel corpo di un serpente e disse agli uomini che avrebero potuto raggiungere la divinità ed essere veramente liberi solo mangiando la mela proibita e mettendosi così in contatto con la scintilla divina che si nasconde in ogni essere umano.
La pillola rossa che Morpheus offre a Neo non equivale forse al frutto proibito dell'albero della conoscenza del Bene e del Male?



Secondo la visione gnostica, nella storia dell'umanità sono stati inviati altri eoni per comunicarci la natura della divinità, la libertà dello spirito. L'ultimo di questi eoni, Cristo, parlava attraverso un uomo normale chiamato Gesù. La redenzione consiste, appunto, nel risveglio dell'Uomo primordiale operato dalla conoscenza, dalla gnosi. Il ruolo del Cristo (dell'Eletto, dunque di Neo) è quello di indicare agli Uomini la strada, la soglia da varcare. La libertà per definizione non implica imposizioni, ma libere scelte. Per questo, l'ultima parola sta all'Uomo.



"Quello che accadrà dopo dipenderà da voi e da loro".
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: Re: MATRIX   Dom Ott 26, 2008 10:56 pm

di Emiliano Carlucci

>>> Che cos'è lo gnosticismo

Lo gnosticismo si diffuse dal I al V sec. d.C. nel bacino del Mediterraneo fino al Medio
Oriente. Le sue linee fondamentali sono rintracciabili sia nelle opere degli oppositori cristiani alla Chiesa, sia in testi ritrovati nel secolo scorso e in importanti manoscritti scoperti a Nag Hammadi (Egitto) nel 1945.

Gnosticismo deriva dalla parola greca "gnosis", conoscenza, e identifica sia il cammino che il fine che lo gnostico si prefigge di raggiungere.

Uno dei miti cosmogonici narra che all'origine vi era un eone perfetto ed eterno, il Pro-padre. Da questo eone, senza principio ed ingenerato, vengono emanati altri eoni che si generano gli uni dagli altri.

Tutte le emanazioni del centro, cioè gli eoni sgorgati dal Pro-padre, sono personificate e procedono usualmente per coppie. L'ultima di esse, un'entità femminile, nel desiderio di afferrare il centro, produce una lacerazione tra il mondo superiore (il pleroma) e il mondo inferiore (il kenoma, il vuoto). È l'origine di una generazione irregolare da cui sorge il Demiurgo, un essere abnorme, ignaro che al di sopra di lui c'è il pleroma e superbo nella sua fittizia unicità. Egli crea gli Arconti, sorta di demoni planetari attraverso i quali plasma il mondo e l'uomo. Ma l'uomo riceve, all'insaputa del Demiurgo inferiore, una "scintilla" luminosa della vera divinità.
L'uomo ha dunque una particella di luce in sè (l'anima) che, ingiustamente imprigionata dalla materia, cerca di redimersi. La storia collettiva di questo mondo sarà giunta a termine quando le particelle di luce immesse nel cosmo verranno nuovamente recuperate.



La salvezza individuale è raggiunta da quelle anime che sfuggono alla potenza deforme del Demiurgo: questi contrasta l'uomo nel suo cammino di redenzione, che avviene grazie all'aiuto della Saggezza Suprema che ha introdotto nell'umanità prigioniera la scintilla misteriosa, la gnosi.



L'atto finale della salvezza dell'umanità sarà, secondo alcune varianti del mito, la discesa, fino nel profondo degli inferi, di una potenza della Luce, L'Eletto o Cristo, che pone termine all'eone imperfetto prigioniero del corpo e fa sì che la morte non abbia più potere su di lui.

L'umanità, secondo gli gnostici, è divisa in tre categorie: i somatici o ilici, che sono dominati dalla materia; gli psichici che racchiudono un'anima vagamente ricettiva per una eventuale attrazione dall'alto e infine gli spirituali o pneumatici (gli gnostici); da questa concezione ne deriva che la salvezza dell'uomo è una questione strettamente privata in cui il rapporto tra gli uomini perde rilevanza ed è solo riservata ad una élite predestinata.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: MATRIX   

Torna in alto Andare in basso
 
MATRIX
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Ampli per cuffie con telecomando

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
THE KNIGHTS :: THE KNIGHTS FORUM :: Kathameran-
Vai verso: