THE KNIGHTS

Forum di Esoterismo,Religioni,Civiltà Antiche,Psicologia,Parapsicologia,Cultura sui Cavalieri della Tavola Rotonda
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 IL RISVEGLIO DEI CAVALIERI

Andare in basso 
AutoreMessaggio
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: IL RISVEGLIO DEI CAVALIERI   Mar Ott 23, 2007 10:20 pm

IL RISVEGLIO DEI CAVALIERI

Gabriella Del Taglia
Luciana Nani
Tiziana Pompili
Stefania Tavanti
Giuseppe Trombetta
Lucia Zemiti



Sono lieto di pubblicare L'ABSTRACT del libro di prossima uscita.

INDICE:


Note biografiche degli Autori
Prefazione


I Parte
INTRODUZIONE

Breve storia di un mito : Stefania Tavanti
Il significato della Cerca nel XXI secolo: Tiziana Pompili


II Parte
IL VIAGGIO

Lungo il cammino di Santiago (il viaggio e il Graal): Gabriella Del Taglia
Les Saintes Maries de la Mer : Stefania Tavanti
Rennes-le-Château: Lucia Zemiti
Edimburgo: la cappella di Rosslyn : Stefania Tavanti
Edimburgo: il segreto dei Sinclair: Lucia Zemiti
Londra: il murales di Jean Cocteau (la linea di sangue: il Sang Real) Lucia Zemiti
Il principato di Seborga: Stefania Tavanti
L’isola di Malta : Stefania Tavanti
L’Abbazia di San Galgano: Stefania Tavanti
L’Aquila, la Gerusalemme di Federico II : Luciana Nani


III Parte
PIETRE, ALCHIMIA E MASSONERIA

Il Graal di pietra : Lucia Zemiti
Le abbazie di Milano (il Graal alchemico come conoscenza occulta):Luciana Nani
I segreti del Graal : Giuseppe Trombetta


IV Parte
CONCLUSIONI

Il Graal, le streghe e le pietre : Luciana Nani
Egitto: terra antica, antichi ricordi : Stefania Tavanti


Ultima modifica di il Mer Ott 24, 2007 8:40 am, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: Re: IL RISVEGLIO DEI CAVALIERI   Mar Ott 23, 2007 10:23 pm

[size=18]NOTE BIOGRAFICHE DEGLI AUTORI



Gabriella Del Taglia, nata nel 1966 e residente in provincia di Firenze. Sposata, ha un bambino e tre gatti. Ha studiato Economia e Commercio con indirizzo storico-sociologico, perché «la partita doppia ed il PIL non mi dicevano un granché».
Tra le sue più grandi passioni ci sono le lingue straniere ed i viaggi. Ama soprattutto la “cara vecchia Europa”, con le sue città ed i suoi borghi, le pievi di campagna ed i castelli e con la sua storia che si dipana lungo le vie, i fiumi, sui volti delle persone, nei piatti sulle tavole, nei profumi e nei colori.
Da bambina uno dei primi libri che ha comprato è stato sul triangolo delle Bermuda.
Si definisce una persona spesso irruente come “un fiume in piena” ma, da buona toscana, sincera e di cuore.

Luciana Nani, nata a Milano nel 1963, è redattrice editoriale da oltre venti anni.
Ha una preparazione scolastica scientifica nel settore della chimica industriale e una passione, che coltiva da sempre, per le arti plastiche e figurative, la fotografia documentale e la storia, con particolare interesse per il periodo medievale. I suoi viaggi nell’Italia medievale sono sempre corredati da una ricca, attenta e minuziosa documentazione di scatti fotografici.
Autodidatta, è autrice di creazioni originali diversificate, dalla pittura alle paste modellabili, dai gioielli con argento e pietre dure ai giocattoli di gusto antico, molti dei quali miniaturizzati, realizzati con i materiali più disparati, spesso di recupero.
Negli ultimi anni ha intrapreso lo studio dei cristalli e delle loro interazioni energetiche sul piano meta- e psicofisico, riscoprendo conoscenze che furono proprie delle più antiche ed elevate civiltà.

Tiziana Pompili, di origine marchigiana, vive nell’Oltrepò Pavese.
Nata nel 1956, ha un temperamento artistico che si esprime nei più disparati settori dalla pittura, alla scrittura, alla creazione di oggetti decorativi con ogni tipo di tecnica e materiale.
Tra le numerose inclinazioni, la scrittura è quella a cui si è dedicata fin dall’adolescenza componendo poesie, scrivendo racconti, satire, ma anche articoli giornalistici e testi di vario genere avendo lavorato a lungo nel settore della comunicazione, radiofonica soprattutto.
Un’altra passione che coltiva da oltre 20 anni è lo studio delle origini dell’umanità e della storia spirituale dell’uomo, che nel suo intreccio storico l’ha condotta ad approfondire il tema del Graal.
La partecipazione a questo libro è stata l’occasione per dare spazio ai suoi maggiori interessi, ma anche una eccezionale opportunità di confronto con gli altri Autori.

Stefania Tavanti, è nata a Firenze nel 1966. Si è diplomata all’Accademia Internazionale di Lingue Straniere con specializzazione in Storia dell’Arte e si occupa, da molti anni, di archeologia e dei misteri connessi ad essa. Iscrittasi all’Università di Lettere Antiche con indirizzo archeologico ha lasciato il corso perché troppo “deludente” in quanto non lasciava spazio a nuove teorie. L’altra sua grande passione è quella di viaggiare per il mondo, unendo il piacere della scoperta di nuovi usi e costumi a quello della ricerca storica. Attualmente lavora presso la redazione di una rivista di chirurgia.

Il Prof. Giuseppe Trombetta, originario del Gargano, risiede a Bari. Scrittore, saggista e studioso di esoterismo, misteri delle antiche civiltà e fenomenologie paranormali; ha frequentato vari cenacoli esoterici. Laureato in Lingue e Letterature Straniere; honoris causa in medicina. Teso alla continua ricerca di un sano e naturale equilibrio tra corpo e mente, egli è, tra l’altro, un appassionato della cultura fisica, di cui è Maestro, con tre titoli nazionali conseguiti.

Lucia Zemiti è nata ad Abbiategrasso nel 1956. Racconta sempre che la nebbia, presenza costante nella pianura Padana, con la sua proprietà di dar vita ad un mondo parallelo e invisibile, in cui ogni cosa perde contorno e suono originale, ha probabilmente contribuito a sviluppare la sua passione per il mistero.
Appassionata anche di medioevo, archeoastronomia e antichi miti, adora la Francia e la Provenza in particolare, dove ha seguito per alcuni anni le tracce lasciate dai Templari e dai Catari. Nel 1987 si è imbattuta nel mistero di Rennes-le-Château divenendone un’appassionata. Scrive piccoli racconti su questo affascinante enigma sulla rivista italiana curata da Mariano Tomatis Antoniono, Indagini su Rennes-le-Château. È stata scelta, insieme ad altri “cavalieri”, per partecipare al reality-travel La Regola, prodotto dall’emittente MarcoPolo della piattaforma Sky, un’avventura ardua ma originale sulle tracce del santo Graal. Ha tenuto corsi all’Università del Tempo Libero della sua città su temi quali: “Il Graal”, “Il mistero delle cattedrali” e “Rennes-le-Château, il suo mito, il suo mistero”.[/
size]





Ultima modifica di il Mar Ott 23, 2007 11:20 pm, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: Re: IL RISVEGLIO DEI CAVALIERI   Mar Ott 23, 2007 10:27 pm

RINGRAZIAMENTI



Se siamo riusciti a realizzare questo libro, il merito è anche di chi nella vita ci accompagna e condivide fatiche e incombenze quotidiane, spesso sostituendosi a noi per permetterci di dedicare maggior tempo alle ricerche, ritagliandolo da ciò che resta libero dopo gli impegni lavorativi: i nostri mariti, i fidanzati, le mogli e i nostri figli. Ci seguono nei nostri viaggi anche quando preferirebbero scegliere mete più divertenti e spesso si sono mostrati preziosi consiglieri, i primi a cui sottoporre le nostre speculazioni.
Con questo stampato non siamo ad un punto di arrivo, né tanto meno le nostre ricerche sono terminate, e qui vogliamo ringraziarli tutti per l’amore e la pazienza con cui ci sostengono e continueranno a farlo.

Gli Autori
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: Re: IL RISVEGLIO DEI CAVALIERI   Mar Ott 23, 2007 10:35 pm

http://www.torredeltempo.net/component/option,com_smf/Itemid,2/topic,122.msg523/#msg523

So che a lei non piacciono queste cose, ma non me ne importa nulla..
E' pronto, e in attesa di essere pubblicato, un libro corale che vede la partecipazione della nostra Moderatrice Globale Thaleph, insieme a Gabriella Del Taglia, Luciana Nani, Stefania Tavanti, Giuseppe Trombetta, Lucia Zemiti.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: Re: IL RISVEGLIO DEI CAVALIERI   Mar Ott 23, 2007 10:37 pm

Prefazione






«La vita è un libro e chi non viaggia legge solo una parte»
(Sant’Agostino)


Sul Graal sono state spese molte parole: perché è uno dei più grandi misteri dell’umanità, perché è un argomento che per le sue implicazioni non smette mai di affascinare.
Ogni epoca ed ogni civiltà hanno avuto il proprio Graal e finché l’uomo continuerà - nel bene e nel male - a popolare la Terra ci sarà sempre, da qualche parte, un Graal da bramare, da cercare, da conquistare.

Questo libro, dunque, non tratta un argomento nuovo.
Siamo sinceri, in questi ultimi anni il Graal ha riempito, come per incanto, gli scaffali dei negozi di libri di mezzo mondo con il risultato che alcuni dei testi pubblicati, promettendo novità sconvolgenti, si sono rivelati alla fine delle semplici copie carbone di altri saggi usciti precedentemente.

Di sicuro non è facile imbarcarsi in questa avventura come non è facile spiegare o descrivere questo oggetto/simbolo poiché non sappiamo ancora con certezza che cosa sia o se sia realmente esistito. Restiamo dunque nel vasto campo delle ipotesi. La famosa Cerca, la Queste cantata tante volte nella letteratura epico-cavalleresca, si rivela essere un vero e proprio cammino “funambolico” sopra un sottilissimo filo teso tra realtà e mito: il rischio è quello di perdere l’equilibrio e di cadere o dall’una o dall’altra parte, finendo, erroneamente, col rendere il Graal oggetto di disquisizioni iper-razionali ed iper-critiche o, al contrario, iper-fantasiose.

Ma allora perché continuare a scrivere su un argomento così complesso ed elusivo? La riposta è molto semplice: perché ogni qualvolta pensiamo che il viaggio sia finito si presentano nuove, affascinanti mete da raggiungere. Ammettiamolo, in ognuno di noi alberga un potenziale esploratore (dal latino explorare = andare investigando, cercare di scoprire): la curiosità è insita nell’animo umano e dalla curiosità alla ricerca il passo è breve. Questo è il meccanismo che ha spinto l’uomo ad oltrepassare le tanto temute Colonne d’Ercole che, nell’antichità, segnavano i confini del mondo conosciuto.

Esiste però un requisito fondamentale per intraprendere il lungo cammino che porta al Graal ed è l’umiltà. Riconoscere i propri limiti è, in questo caso, un punto di forza: lo studioso del mito graalico deve sbarazzarsi delle proprie smanie di protagonismo e, per amore della Verità, accettare di mettere a confronto le proprie idee e le proprie esperienze con quelle di chi, come lui, sta faticosamente percorrendo la stessa strada. Scoprirà in questo modo nuove vie di cui non avrebbe mai sospettato l’esistenza o che non avrebbe mai avuto il coraggio di battere da solo.

È proprio da tale confronto che è nato questo libro: un’opera “corale” scritta a più mani da persone completamente diverse tra loro per età, sesso, background culturale e professione e provenienti da varie regioni d’Italia, ma accomunate dalla loro grande passione per la Cerca. Alcuni degli Autori non si sono neanche mai incontrati personalmente ma per fortuna la tecnologia - spesso demonizzata ma, nel caso in questione, di fondamentale importanza - è venuta loro incontro, colmando in pochi attimi centinaia di chilometri di distanza.

L’idea è partita da un forum nato sul web, uno spazio virtuale dove ritrovarsi per discutere i risultati di studi condotti sul campo, nelle biblioteche ed in rete ed i propri punti di vista. Inevitabilmente, con il tempo, sono nate amicizie ed a volte anche inimicizie, alcuni degli utenti originali si sono allontanati, mentre altri si sono aggiunti apportando nuova linfa e nuovo entusiasmo: si è venuto così a creare un ricco bagaglio di informazioni che non poteva assolutamente andare perso. Da qui la decisione di raccogliere in un libro il frutto di ben tre anni di interessanti ed accese discussioni, ma anche di sensazioni ed emozioni personali che hanno il pregio di umanizzare queste pagine, rendendole vive e vibranti di energia. Pagine, dunque, che hanno un’anima.

È proprio questa una delle particolarità del testo: non si tratta soltanto dell’ennesimo saggio sul Graal, ma anche di un diario intimo. Ciò che ne emerge è un intarsio di resoconti, di ragionamenti, di teorie e di percezioni coinvolgenti ed intriganti che spaziano su numerose tematiche che, benché apparentemente scollegate fra loro, dimostrano l’esistenza di un fil rouge che unisce epoche, situazioni e personaggi diversi: si viene così a creare un disegno complesso, una specie di gigantesco labirinto, dove, tuttavia, ogni tracciato porta inesorabilmente verso un unico centro.

Il libro ha un’altra particolarità: sebbene sia strutturato in classici capitoli, è quasi sempre corredato, al termine di ognuno di essi, da una sezione speciale di approfondimento denominata Focus in cui sono riportati gli interventi dei vari Autori che, come abbiamo già accennato, sono frutto di un dibattito - momento fondamentale dell’attività di ricerca di tutto il gruppo - svolto sia tra le pagine virtuali del forum sia direttamente, non appena sorta un’idea o un’intuizione. Proprio perché si tratta di discussioni aperte, in alcuni casi si è reso necessario inserire anche il contributo di altri interlocutori i cui interventi sono risultati determinanti. In questo modo si è venuto a ricreare lo spirito originale del forum da cui tutto ha avuto inizio.

Alcuni siti “raccontati” in questo libro sono gli stessi che si possono ritrovare comunemente nei testi a tema graalico, altri sono inediti, ma, in ogni caso, sono sempre presentati in un’ottica originale, il più possibile scevra da influenze ormai assimilate da chi si avvicina a questo argomento per indagare nelle pieghe nascoste della storia dell’umanità. Quanto esposto non sempre sarà pienamente o facilmente condivisibile, ma la ricerca a volte porta alla luce aspetti “scomodi” ed inattesi.

Dunque se il lettore è alla ricerca di risposte definitive e categoriche, qui non le troverà. Troverà, piuttosto, del buon “nutrimento” per quel vastissimo terreno che è la mente umana che lo porterà a riflettere e a mettere in discussione molte delle proprie certezze. L’intento degli Autori con quest’opera è infatti quello di invogliare a non fermarsi alla semplice lettura, a non accettare incondizionatamente concetti enunciati da personaggi divenuti ormai celebri a cui tutto un mondo editoriale fa eco, ma anzi a viaggiare, anche vicino a casa propria, e ad osservare con occhi diversi, privi di preconcetti. Il viaggio è il mezzo che apre alla conoscenza e l’esperienza personale è fondamentale.

Come percorrendo le Sephiroth dell’Albero della Vita, ciascuno sarà libero di scegliere il proprio percorso. Alcuni sceglieranno di non spingersi oltre, chi per pigrizia, chi per convenienza, chi per semplice indifferenza, in altri, invece, si innescherà un processo inesorabile, lo stesso che ha avuto luogo, anni fa, negli Autori: il desidero di abbandonare lidi conosciuti e sicuri seguendo l’eterno richiamo dell’avventura, che altro non è che la voglia di sapere e di capire. Lasciando il cuore aperto alle emozioni e alle sensazioni ognuno si ritroverà arricchito.

Il Cavaliere errante, che giace sopito in ognuno di noi, si risveglia …
E si rinnova così la Queste du Graal. GLI AUTORI
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: Re: IL RISVEGLIO DEI CAVALIERI   Mar Ott 23, 2007 11:39 pm

http://www.renneslechateau.it/rennes-le-chateau.php?sezione=gazzetta&tipo=pp&articolo=20071005.txt



Organo di informazione aperiodico del Gruppo di studio e documentazione (16 ottobre 2007 )

Templari, la verità dopo sette secoli Notizia pubblicata il 5 ottobre 2007

Il 25 il Vaticano pubblicherà gli atti del processo che distrusse l’Ordine. Sono stati ritrovati nel 2001 da una ricercatrice in una pergamena che si credeva perduta.

E’ un’opera preziosa e segreta, quella che verrà presentata il 25 ottobre nella Sala Vecchia del Sinodo, in Vaticano. Il titolo è di quelli che fanno venire l’acquolina in bocca agli appassionati del genere mistico-esoterico: il Processus contra Templarios si basa, sostanzialmente sul Foglio di Chinon, la pergamena scoperta nel 2001 dalla ricercatrice Barbara Frale nell’Archivio Segreto Vaticano. Ed è proprio l’Archivio che ha deciso di pubblicare quella che viene definita un’opera «monumentale». È un progetto prezioso, un’edizione rigorosamente limitata a 799 esemplari, contenente la riproduzione fedele degli originali conservati nell’Archivio.

L’opera s’inserisce negli Exemplaria Praetiosa, ovvero la più elaborata pubblicazione che l’Archivio abbia finora realizzato. «È un’opera importante - dice lo storico Franco Cardini, che parteciperà alla presentazione del volume -. Contiene gli ultimi documenti pubblicati sulla vicenda, con la pergamena originale rintracciata in Vaticano». La pergamena fu scritta nel 1312, l’anno dello scioglimento dell’Ordine da parte del papa; uno scioglimento, tiene a precisare Cardini, non una condanna: «La prerogativa del papa era quella di sciogliere l’Ordine, ma non lo condannò mai». Il Foglio di Chinon, sfuggito per secoli e secoli all’attenzione degli studiosi a causa di un errore nell’archiviazione compiuto nel XVII secolo, getta una nuova luce sulla fine di quello che fu uno degli Ordini più potenti e famosi del mondo e, fra l’altro, testimonia che il pontefice non lo considerava eretico. La condanna per eresia dei tribunali ecclesiastici locali «si fonda sulle confessioni di alcuni Templari - spiega Cardini - che però poi ritrattarono e per questo motivo furono considerati “relapsi”, cioè ricaduti nell’errore per cui erano stati processati e condannati. E il potere temporale, l’unico che aveva l’autorità per farlo, li condusse al rogo».

Quanto sia importante per l’Archivio quest’opera lo dimostra il «cast» dei presentatori: oltre all’archivista bibliotecario di Santa Romana Chiesa, l’arcivescovo Raffaele Farina (futuro cardinale) e al prefetto dell’Archivio segreto vaticano, il vescovo Sergio Pagano, ci saranno Frale, Cardini e l’archeologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi.

«Tra le accuse che vennero rivolte ai Templari - spiega Cardini - c’erano quelle di essere stati in qualche modo sedotti dall’Islam e attirati dall’eresia catara. Due elementi che non potevano coesistere». Cardini sta per pubblicare per Vallecchi un libro intitolato La tradizione templare, che rifà la storia dell’Ordine, non trascurando le ricostruzioni del Codice Da Vinci di Dan Brown. I motivi della condanna furono politici (francesi) e non religiosi: «Gli avvocati del re di Francia non avevano in fondo bisogno di costruire un coerente edificio accusatorio: quel che interessava loro era che fosse efficace e credibile al livello dell’opinione pubblica».Salendo sul rogo, Jacques de Molay (in un’immagine ottocentesca) avrebbe maledetto Filippo il Bello e Clemente V. E, in effetti, il papa morì un mese dopo di dissenteria, il re di Francia nel dicembre successivo per una caduta da cavallo. Sempre secondo le innumerevoli leggende fiorite sulla fine dei Templari, il Gran Maestro avrebbe anche maledetto la casa reale francese «fino alla tredicesima generazione»: appunto quella di Luigi XVI, morto, anche lui sul patibolo durante la Rivoluzione.

Marco Tosatti (Fonte: La Stampa, 5 ottobre 2007)

La Redazione
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: Re: IL RISVEGLIO DEI CAVALIERI   Mar Ott 23, 2007 11:46 pm

GUIDA A RENNES -LE -CATEAU

Testi di Mariano Tomatis Antoniono - Con la preziosa collaborazione di Alessandro Lorenzoni
Presentazione
Capitoli:
1. Dal Neolitico all'Età del Ferro
2. Iberici, Volci Tectosagi o Rèdoni?
3. I Celti e il cromleck di Rennes-les-Bains
4. La conquista romana
5. L'enigma della tomba del Grand Romain
6. Il tempio romano di Alet-les-Bains
7. La testa del Salvatore
8. La nascita della Settimania
9. Le poche vestigia del villaggio visigoto
10. Ipotesi sulla Rhedæ visigota
11. La dinastia Merovingia
12. Vita di Dagoberto II
13. Ci fu un Sigeberto IV?
14. Dagli Arabi ai Franchi: nascita della contea del Razès
15. Fondazione della cappella di Santa Maria
16. Consacrazione della cappella di Santa Maria
17. L'attacco aragonese e la crociata contro gli Albigesi
18. La ricostruzione del castello e di una seconda chiesa
19. L'ampliamento della chiesa di Santa Maria e la nuova dedica
20. La peste e l'attacco aragonese
21. L'unione con i d'Hautpoul e le guerre di religione
22. La cripta dei Signori d'Hautpoul
23. Il testamento "da leggere"
24. La morte di Marie de Négre e la fuga di Antoine Bigou
25. I restauri più urgenti e le due ispezioni
26. La nascita di Saunière e la visita di De la Bouillerie
27. Il "Secondo Impero" e la visita di Monsignor Leuillieux
28. La nuova sacrestia (1881-1883)
29. L'ispezione del Vicario Generale
30. L'arrivo di Saunière a Rennes-le-Château (1885)
31. Le elezioni legislative e l'esilio a Narbonne (1885-1886)
32. Il dono della contessa di Chambord (1886)
33. La ripavimentazione (1887)
34. La sostituzione delle vetrate (1887)
35. Il nuovo altare e il bassorilievo della Maddalena (1887)
36. Il primo ritrovamento (1887)
37. La Dalle des Chevaliers e il secondo altare (1887)
38. Il gruzzolo sotto l'altare della Vergine (1887)
39. Gli ultimi lavori prima della visita vescovile (1887)
40. La visita di monsignor Billard (1889)
41. La vecchia zia e la famiglia Dénarnaud (1889)
42. Il servizio ad Antugnac (1890)
43. Lo stratagemma degli scavi (1891)
44. La Madonna di Lourdes (1891)
45. Il pellegrinaggio a Puivert (1891)
46. La scoperta del sepolcro (1891)
47. Il secret di Saunière e il secret di Cros
48. La morte di Boulanger e i primi lavori nel cimitero (1891)
49. Il nuovo pulpito (1891)
50. Il bassorilievo all'ingresso della chiesa (1891)
51. La grotta di Lourdes (1891-1892)
52. Gli screzi con Alexandrine Marre Dénarnaud (1892)
53. I viaggi e le lettere prefirmate (1892)
54. La vendita delle messe (1892)
55. Il confessionale e la leggenda di Ignace Paris (1893)
56. L'inizio del traffico di messe (1893-1894)
57. I lavori nel giardino (1894)
58. I lavori nel cimitero (1895)
59. L'incendio nel giorno della Festa Nazionale (1895)
60. La contabilità del gennaio 1896
61. I lavori nel presbiterio (1896)
62. Il contratto con Giscard di Toulouse (1896)
63. I lavori nella chiesa e sulla piazzetta (1897)
64. Le decorazioni della chiesa (1897)
65. Il bassorilievo "Venez tous à moi" (1897)
66. Il demone e l'acquasantiera (1897)
67. La Via Crucis (1897)
68. Il fonte battesimale (1897)
69. Le statue e il GRAAL (1897)
70. La visita del vescovo Billard (1897)
71. Il calvario (1897)
72. La stanzetta segreta (1897)
73. Gli ultimi acquisti (1897-1898)
74. Un resoconto delle spese (1885-1898)
75. I conflitti con la famiglia (1897)
76. I viaggi a Lione e i presunti interessi per la fotografia (1897)
77. Il Personnat rifiutato (1899)
78. La concessione perpetua nel cimitero (1900)
79. Il grande progetto di Saunière
80. I lavori di costruzione (1899-1906)
81. La Tour Magdala
82. Villa Bethania
83. Il gruppo di lavoro
84. Un resoconto delle spese
85. I richiami di monsignor Billard (1901)
86. L'andamento economico
87. I richiami di monsignor Beuvain de Beauséjour (1903-1904)
88. La morte di Alfred Saunière (1905)
89. La legge di separazione tra Stato e Chiesa (1905)
90. La prima visita della S.E.S.A. (1905)
91. La lettera di Mathilde (1906)
92. Il primo testamento (1906)
93. Altri lavori di decorazione (1906-1908)
94. La seconda visita della S.E.S.A. (1908)
95. Il trasferimento a Coustouge e le dimissioni (1909)
96. La prima convocazione dal Vescovo (1909)
97. La nomina di don Marty e la violazione del divieto (1909)
98. Le due citazioni in tribunale (1910)
99. La condanna in contumacia e l'annullamento (1910)
100. Il questionario (1910)
101. Il memoriale (1910)
102. Il testo di difesa (1910)
103. La condanna (1910)
104. I tentativi di ricorso (1910-1911)
105. Il resoconto contabile (1911)
106. L'analisi della Commissione Saglio (1911)
107. La richiesta di chiarimenti (1911)
108. La relazione della Commissione Saglio (1911)
109. La sentenza definitiva (1911)
110. L'ultimo testamento (1912)
111. Richieste di prestito e spese varie (1913)
112. Lo strano chiosco (1914)
113. La Prima Guerra Mondiale (1915)
114. La morte di Saunière (1917)
Bibliografia
Fatture economiche
Ringraziamenti
L'autore
Copyright sul testo
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: IL RISVEGLIO DEI CAVALIERI   

Torna in alto Andare in basso
 
IL RISVEGLIO DEI CAVALIERI
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Inviti al Risveglio
» Sibille Lenormand: 1 Cavaliere
» Tarocchi Rider Waite Arcani Minori: CAVALIERE DI DENARI
» IL RISVEGLIO DELL' EROE
» Meditazione e Risveglio.

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
THE KNIGHTS :: THE KNIGHTS FORUM :: Epode-
Vai verso: