THE KNIGHTS

Forum di Esoterismo,Religioni,Civiltà Antiche,Psicologia,Parapsicologia,Cultura sui Cavalieri della Tavola Rotonda
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 La stanza di Guph:biglietto di andata e ritorno delle anime

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Sephira
Admin
avatar

Numero di messaggi : 138
Data d'iscrizione : 25.05.08

MessaggioTitolo: La stanza di Guph:biglietto di andata e ritorno delle anime   Lun Giu 02, 2008 10:43 pm


Questo argomento "partorito da me", è già stato trattato su un altro forum, ciò che mi spinge a ripostarlo anche su questo spazio, è il turbamento che ha provocato tramite l'indifferenza mostratagli.
Si parla spesso di reincarnazione, e ci si chiede il perchè esista, attribuendo a questo argomento una marcatura limitativa, basata solo sull'ecclesiastico , per la cronaca io sono un antieclesiastica convinta, nel senso non adoro le definizioni di Dio di eterno, di principio di libero arbitrio, e soprattuto il perpetuo ed angosciante principio di ignorare le radici molto più ben estese del principio di anima, insomma sono contraria a limitare il concetto di Dio, a quella forma di psuedo chirichetto domenicale che la chiesa cattolica da come imprinting innegabile all'umanità, che purtroppo sempre più soventemente sono costretta a notare.
Indi fatta questa piccola premessa, gradirei di evitare, per chi avesse intenzione di ampliare a discussione questo frammento, di evitare di nominare Dio nella concezione sopracitata, e di affinerie varie di stampo made in vatican, ma di riflettere e di affacciarsi su una concezione quabalistica, quale la stanza di Guph, estrapolando ragionamenti nudi e crudi della mente, senza filosofie di vangeli e di bibbie.
La Quabalah, nasce come libro magico superiore, in essa è racchiuso il sapere proveniente dal frutto della conoscenza, in essa è espressamente attivo il concetto di quantistica fisica e matematica, di biologia e di filosofia di vita, l'elevazione e l'evoluzione di spirito e mente, per cui prego di non profanarla con pensieri post crocifissione.
Detto questo ecco a voi la stanza di Guph, l'alfa e l'omega, l'andata e il ritorno dell'anima
Secondo la tradizione giudaico il "Guph", sarebbe la stanza delle anime, ossia il luogo in cui soggiornano le anime in attesa di reincarnarsi, viene collocato nel settimo cielo, ed è questo anche il luogo da cui nascono le anime.
Possiamo quindi indicare il Guph come origine e fine dello spirito, fine inteso come ritorno alla forma che l'ha generato, ossia Dio.
Secondo la tradizione giudaica, le anime non possono essere viste da nessuno, gli unici esseri che hanno questa facoltà sono i passeri, che annunciano la loro reincarnazione attraverso il cinguettio, si narra che un passero non canterà quando l'ultimo essere umano verrà generato, perchè esso sarà solo un mero contenitore senza anima, ed aprirà i sigilli delle porte di Guph, che permetterano al tutto di rornare alla forma generatrice ossia Dio; ciò corrisponde all'inizio della fine del mondo.
Il Talmud recita che, il numero delle anime non è infinito ma è definito, ciò sta a spiegare il principio della reincarnazione, e al fatto del riciclo delle spirito, e si aggiunge che fin quando tutte le anime che sostano nel Guph non raggiungeranno la reincarnazione/ nascita, non avverrà la venuta del Messia.
Ancora secondo la tradizione quaballistica, il Guph corrisponderebbe oltre che all'origine spirituale dell'umanità, anche all'origine fisica, quindi seguendo il discorso applicato alla teoria del processo evolutivo dell'uomo, il Guph rappresenterebbe in se la natura divina a cui l'uomo può ambire.
Inoltre applicando il concetto teosofico a nozioni di natura psichiatrica, emerge che ogni essere nel suo corpo genera una sorta di barriera, che va a definire il dominio dell'Io, questa è la distinzione individuale, che ogni essere umano "pratica" nella sua realtà, ma nel momento in cui ci si libera del corpo materiale va a ritornare alla forma origionaria in cui nessuna anima è individuale, ma si fonde con tutti gli spiriti viventi, che si può metaforicamente descrivere come un agglomerato di anime che fa fulcro a una sola distinta nel suo stato Divino.
Sephira


(L'argomento sopracitato è stato concepito e scritto da me medesima Sephira riportato in origine al seguente link http://forum.tavolarotonda.eu/index.php?showtopic=2358)


Ultima modifica di Sephira il Lun Giu 02, 2008 11:39 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Arianna



Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 30.05.08

MessaggioTitolo: Re: La stanza di Guph:biglietto di andata e ritorno delle anime   Lun Giu 02, 2008 11:22 pm

flower Very Happy Very Happy Very Happy
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: Re: La stanza di Guph:biglietto di andata e ritorno delle anime   Lun Giu 02, 2008 11:52 pm

Non credo che l'argomento sia passato inosservato,semplicemente è un argomento di una certa valenza e di un certo livello che trova pochi interlocutori disposti a pronunciarsi.
Anche perchè il materiale disponibile sul Gulph( o Guf) è molto raro,mentre sulla reincarnazione c'è molto da dire.T'invito,pertanto,avendo notato la tua conoscenza ad ampliare qui l'argomento,ringrazienadoti sempre per la gentile collaborazione al forum.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Arianna



Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 30.05.08

MessaggioTitolo: Re: La stanza di Guph:biglietto di andata e ritorno delle anime   Lun Giu 09, 2008 2:24 pm

Concordo con Teseo,forse chi non ha scritto su TR è perchè ha intuito i limiti che hai imposto:

"Indi fatta questa piccola premessa, gradirei di evitare, per chi avesse intenzione di ampliare a discussione questo frammento, di evitare di nominare Dio nella concezione sopracitata, e di affinerie varie di stampo made in vatican, ma di riflettere e di affacciarsi su una concezione quabalistica, quale la stanza di Guph, estrapolando ragionamenti nudi e crudi della mente, senza filosofie di vangeli e di bibbie.
La Quabalah, nasce come libro magico superiore, in essa è racchiuso il sapere proveniente dal frutto della conoscenza, in essa è espressamente attivo il concetto di quantistica fisica e matematica, di biologia e di filosofia di vita, l'elevazione e l'evoluzione di spirito e mente, per cui prego di non profanarla con pensieri post crocifissione."


Non tutti sanno di Quabalah ,quindi mi associo ancora una volta a Teseo:continua,la cosa mi pare interessante.
Ciao Smile
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Arianna



Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 30.05.08

MessaggioTitolo: Re: La stanza di Guph:biglietto di andata e ritorno delle anime   Lun Giu 09, 2008 2:31 pm

Dimenticavo:l'argomento,semplificato,è riportato anche da wikipedia:
Secondo la mitologia giudaico-cristiana il Guf (o Guph), dall'ebraico 'essere vuoto', anche chiamato Oztar (termine ebraico per indicare tesoro) è la stanza delle anime dove risiedono le anime in attesa dell'incarnazione ed è posto nel settimo Cielo: è da qui che proviene l'anima di ogni nuovo nato. Le anime non possono essere viste da nessuno eccetto che dai passeri, il cui canto è ispirato dalla visione delle anime che entrano nel nuovo corpo. Il numero delle anime è però limitato: arriverà così il giorno in cui anche l'ultima anima avrà lasciato il Guf, i passeri smetteranno di cantare e la nascita di un bambino morto, senz'anima, sarà l'ultimo dei segni della fine del mondo.

Ricordo che fu uno dei fili conduttori di tutta una serie di film circa l'anticristo,il bambino nato senz'anima ecc...
Io trovo "strano "che lo spirito derivante da Dio,non importa il nome che gli si vuole poi attrbuire,sia limitato ad un certo numero.
Per definizione non è forse esso INFINITO sia in sè stesso che nelle Sue,altrettanto "infinite" manifestazioni(comprese le anime intendo)?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sephira
Admin
avatar

Numero di messaggi : 138
Data d'iscrizione : 25.05.08

MessaggioTitolo: Re: La stanza di Guph:biglietto di andata e ritorno delle anime   Lun Giu 09, 2008 8:30 pm

Purtroppo la concezione cristiana ammette, e in questo in maniera giusta, l'infinità della concezione Divina, ma allo stesso tempo tende ad occultare la vera concezione dello spirito, come spiega la Quabalah, il discorso dello spirito deve essere inteso come materia e non come individualità di soggetto, insomma la "procreazione" spirituale non è annessa a quella fisica biologica del materiale.
Tutto quello che fa Dio, secondo il Veda e la Quabalah, è definito nei suoi interventi, ma infinito nella sua grandezza, per questo esiste il Guph, che non è altro che la camera d'impianto, ove nessuna anima è singola a se ma comune nell'unicità:
Quello che si sbaglia nella concezione dell'infinito, è delinearlo in perimetro e circonferenza, facendogli assumere un identità quanto più umanamente mentale possibile.
Gli angeli, anche essi spiriti liberi dalla concezione di conoscenza, perchè la conoscenza sta nella facoltà a loro annessa del frutto della vita, sono aglomerati in ciò che noi chiamiamo eternità, il tempo, o meglio lo spazio tempo, con le dimesioni annesse che noi ripportiamo non esiste,sono liberi da schemi quindi esiste il definito nella concezione di prederminato, e come spiega il principio di Diraq, lo spirito libero dalla materia assume grandezze indefinite, che possono variare da pochi micron ad arrivare a un espansione improvvisa, conservando in essa la propria sostanza infinita ma definita nella stessa.
Ciò sempre serve ad esprimere un concetto di karma, la reincarnazione, che servirebbe questa, se nell'immediato della morte, sulla terra venisse piantata una nuova anima partorita di punto in bianco?
L'assenza della rigenerazione del principio del Guph, equivarrebbe a dire non esiste l'eternità dello spirito: morto il corpo ne muore anche l'essenza, quindi c'è bisogno di incrementare la demografia delle anime producendone altre nuove.
Il famoso film interpretato dalla grande Demi Moore, "la settima profezia", accenna solo minimamente al concetto di Guph per addentrarsi in una situazione apocalittica, in cui l'uomo si eregge a paladino della salvezza...ma poco esplica di per se, anche perchè sarebbe stato censurato dalla chiesa chiesina, insomma la stoffa c'era solo che hanno confezionato un vestito diverso dal modello originario...!
Come diceva Teseo, sul Guph si trova molto poco, wikipedia, era solo un allaccio per la concezione introduttiva, c'è molto da dire sul Guph, ma per farlo, scusate se lo dico, bisognerebbe fare tabula rasa di molte concezioni cristiane, che purtroppo limitano, e fanno eccedere nelle vere realtà, basti pensare che la gerarchia angelica non viene menzionata e che di 10 arcangeli vengono solo riportati 3, per dirla una tantum.
Purtroppo, appunto riferendosi al discorso spirito, è molto facile basarsi sul nuovo, la storia insegna che se una religione non funziona se ne fa una nuova, che riprende a tratti il fulcro del discorso primordiale, ma lo occulta plasmandolo a proprio piacimento spacciandosi per verità.

Sephira
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sephira
Admin
avatar

Numero di messaggi : 138
Data d'iscrizione : 25.05.08

MessaggioTitolo: Re: La stanza di Guph:biglietto di andata e ritorno delle anime   Mer Giu 11, 2008 9:25 pm

Ancora sul Guph, stavolta incentuandosi sul lato prettamente umano/sentimentale.
Partendo dal presupposto, proprio del Guph, dove tutti gli esseri umani, sono racchiusi nello stato di spirito alla loro origine e fine, ove non permane la propria individualità, ma dove tutti sono uno indistintamente, ho pensato di relazionare questo aspetto teosofico con quello psicologico, in cui, nella vita terrena, ove le anime vengono prese come soggettività nei propri corpi, nasce cmq l'esigenza di socializzare, e questa si amplifica di più nei rapporti sentimentali, nelle situazioni di dolore, ove le persone cercano di trasmettere nel prossimo che ritengono amico, amore etc, i propri sentimenti come per renderli comuni, e così accominarsi, con un altro o più individui.
Forse questo è un rimasuglio incoscio, di quello che si era nel Guph, e si cerca come imput "genetico" di metetre in pratica quotidianamente, ma ancor di più in situazioni che provocano alta tensione e senso di solitudine stesso.
Sephira
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: La stanza di Guph:biglietto di andata e ritorno delle anime   

Torna in alto Andare in basso
 
La stanza di Guph:biglietto di andata e ritorno delle anime
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La vera Sibilla:Asso di Denari:La stanza
» BUON COMPLEANNO KIKKA
» cosa pensa e cosa succederà? RISCONTRATA
» FESTA DELLA MAMMA
» BIGLIETTI POP UP

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
THE KNIGHTS :: THE KNIGHTS FORUM :: Eysebia-
Vai verso: