THE KNIGHTS

Forum di Esoterismo,Religioni,Civiltà Antiche,Psicologia,Parapsicologia,Cultura sui Cavalieri della Tavola Rotonda
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 CACCIATI DALL'EDEN

Andare in basso 
AutoreMessaggio
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: CACCIATI DALL'EDEN   Ven Ago 15, 2008 1:22 am

CACCIATI DALL'EDEN
di Enrico Galimberti

Miliardi di anni orsono, in un punto imprecisato del nulla primordiale, si innescò quel processo evolutivo che condusse fino a noi.
Ma la Terra nasconde da sempre tanti misteri quante sono le galassie che gravitano nell'Universo. Molti di essi, sfidano la mente umana lanciando segnali della loro tacita presenza... Altri posano indisturbati nell'infinito invisibile che ci circonda e condizionano la nostra esistenza con forze inconcepibili e immanenti.
Quando ci sarà concessa la consapevolezza delle nostre origini?

Fin dalle sue lontane origini, l'uomo non si accontentò di vivere, ma sentì il bisogno di tornare a far parte dell'infinito progetto dal quale era convinto di essere stato strappato. Ma perché tanta certezza? In tutte le culture che si sono susseguite sul pianeta, esiste l'idea di una patria lontana, di un Paradiso Terrestre, in cui l'uomo era tutto e il tutto fluiva in lui. Non c'era nulla da desiderare, eppure voleva di più e osò avvicinarsi alla verità, alla conoscenza, al frutto proibito. Fu allora che Dio punì la sete di ambizione dell'uomo e lo condannò ad una vita di stenti e di fatica, su un mondo selvaggio e ignoto, coltivando dentro di sé il bisogno di facoltà che reputava sacre, ma che un tempo sapeva governare.
Che cos'è l'uomo? Che cosa nasconde il 95% del suo cervello, le cui funzioni sono ancora occulte?


Al giorno d'oggi siamo riusciti a tracciare la mappa del patrimonio genetico, nota come genoma umano.
Tuttavia, più si procede nella conoscenza e più si affaccia la possibilità che l'essere umano sia molto più di quanto sembri.
La magia, le facoltà extrasensoriali, le esperienze fuori dal corpo(OBE) non sono fantasia. Si dice che chi manifesti queste facoltà sia maggiormente dotato rispetto a tutti noi "normali". Ma siamo sicuri che siano qualità paranormali? Quando l'uomo viveva con gli dei, era in grado di fare tutto, perché era gli dei.
Ma allora che cosa può essere accaduto, in un punto imprecisato del tempo, che ha fatto cadere l'uomo sulla Terra, poco più di un animale, costretto a inventarsi un modo di sopravvivere su un pianeta selvaggio e ostile?
Ammetto che ciò che segue è una ipotesi azzardata, ma comunque è un'interpretazione possibile.
A mio parere, l'emergere delle cosiddette facoltà paranormali non è che un indizio delle prove che un tempo l'uomo fu "manipolato". E' più facile credere che pochi siano superiori a noi oppure che quei pochi siano più vicini di noi alla vera umanità? Umano e divino sono da sempre strettamente legati. E' possibile che "qualcuno", punendoci per la nostra superbia, abbia deciso di dividere l'umanità dalla spiritualità?
Da sempre l'uomo è andato alla ricerca di qualcosa di tanto vicino ma perduto. E' forse questa la vera rivelazione di uno spirito divino latente in noi? In tutti i miti dell'antichità, non esiste l'idea di un premio; tema costante è il castigo. Se siamo uomini deve essere allora considerato un castigo? Secondo il Cristianesimo la vita difficile è un mezzo per raggiungere la pienezza nella trasfigurazione finale, quando l'uomo vedrà Dio e sarà di nuovo in Lui.
E' mia convinzione che l'uomo sia davvero il microcosmo o per lo meno lo era. I miti non sono altro che realtà scientifiche raccontate nei secoli per la gente semplice, sotto forma di storie. Questa che ho appena descritto non è che una possibile chiave di rilettura della storia umana, vista attraverso l'occhio mitico, nel tentativo di togliere quel velo di Maya che ancora ci avvolge e ci condanna ad una esistenza da cacciati dall'Eden.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sephira
Admin
avatar

Numero di messaggi : 138
Data d'iscrizione : 25.05.08

MessaggioTitolo: Re: CACCIATI DALL'EDEN   Lun Ago 18, 2008 10:05 pm

Credo che sia innegabile ddare plausibilità molte congetture da te riportate, ma su alcune a mio modesto parere non sono d'accordo, in quanto per me l'uomo non era destinato a "svilupparsi" sulla Terra, è stato un caso, un errore di mistamento, se lo si concepisce da un punto di vista prettamente spirituale.
Il pianeta Terra nasce come Eden, ed in esso ogni creatura, o entità biologica, assume uno stato di catena costruttiva, con l'avvento dell'uomo si ha lo sfaldamento di tale equilibrio, e a i giorni nostri è più netto vedere come esso sia fuori luogo nell'ecosistema, sia da un punto vista biologico che spirituale.
L'armonia dell'origine viene spezzata dalla presenza umana.
L'atto puro di inalzamento, o per meglio sottolineare di doni di pochi eletti, si può spiegare attraverso il mito, ma solo rappresentativo di origine dei Nephilm, in quanto esseri manipolati, perchè nati da due specie simili (probabilmente)geneticamente, ma evolute in diverse fazioni, magari tutto ciò sussiste in maniera soltanto celebrale ai giorni d'oggi, manifestando verso l'esterno un apparenza comune alla specie globale.
Sicuramente l'uomo come ogni creatura in se racchiude un microcosmo, e come tale posside energia, non è da tralasciare in questo ambito che l'uomo viene definito come 5° elemento, che si affianca agli altri 4 elementi/forze naturali Fuoco, aria, terra ed acqua, note come energie status in occultismo e alchimia.Prendondo in considerazione che l'uomo rappresenti, o meglio è il 5 elemento, significa che l'uomo stesso deve dominare e manipolare se stesso per creare qualcosa che si avvicini e sfiuori il concetto di Divino ed Eterno, di cui i restanti 4 elementi hanno coscienza e attività propria e rigenerativa.

Sephira
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
TESEO
Admin
avatar

Numero di messaggi : 577
Data d'iscrizione : 10.08.07

MessaggioTitolo: Re: CACCIATI DALL'EDEN   Mar Set 02, 2008 9:54 pm

Chi è l’uomo? È una macchina od una Intelligenza "ego sum" che si serve del corpo energetico per generare vita nella macchina o corpo materiale?

di Orazio Valenti

Il vero senso dell’ateismo, non ha nulla a che fare con le religioni edificate dall’uomo, non ha nulla a favore o contro quel "dio" che hanno artefatto i terrestri. È ateo colui che non crede, non crede a sé stesso, alla vita, all’Unità nella Totalità, alla funzionalità di ogni unità nella totalità Una, alle Leggi della Natura del Padre e della Madre, non sa dunque chi lui è e perché vive. Cerca di autoingannarsi, con inestinguibile sete, nel suo mondo delle illusioni. Ha sete di amore odiando, ha sete di giustizia e di pace, da egoista, ma l’arsura aumenta.
Tutti noi abbiamo edificato questa ragnatela di sofferenza e ci moriamo dentro senza volercene liberare! Anzi: è la dote più preziosa che vogliamo lasciare ai nostri figli.
Ed è questa nostra ribellione alla "naturalezza" preesistente che ci ha allontanati dalla conoscenza degli equilibri della vita.
Prendiamo alcuni esempi:

- I temi principali? Borsa, imprese, inflazione, economia in ogni branca culturale, tanto che la cultura è diventata un bene economico! L’uomo vale per il credito che può vantare in denaro, in modo che la vita (quale vita?), ha un prezzo, come i pezzi di ricambio da trapiantare, come l’intelligenza relegata al più sofisticato computer che sta per essere programmato come alcuni vorrebbero, e poi brevettato, clonato, per venderlo… forse ironizzando verso quel "dio" che non c’è. E se il concetto di "economia" fosse l’insubordinazione al concetto di "uomo" la cui realtà fosse l’opposto di "proprietà, antagonismo, cacciatore"?

- Il 50% della foresta amazzonica (una superficie grande quanto l’Italia) sta per essere abbattuta, per adibire il suolo ad agricoltura ed allevamenti. A prescindere dal fatto che si distrugge un grosso polmone di ossigeno e di equilibrio per le stagioni del pianeta, questo terreno è adatto solo per il tipo di foresta esistente, perché è molto acido ed in costante pericolo alluvionale. Era già stata fatta inutilmente una prova su 160.000 Km2, abbattuti per lo stesso scopo, subito abbandonati a diventare deserto.

- Globalizzazione: nuove filosofie politiche o religiose sempre più complesse favoriscono l'interesse delle multinazionali. La loro lotta alla supremazia su alimentazione, l’energia da petrolio, gas, nucleare, farmaci, comunicazioni. Tutto per i profitti, costi quel che costi, è il vero specchio della tecnocrazia. Schiavizzare e sfruttare, pur di vendere sempre più.

- Biotecnologie ed OGM con crescente pericolo di distorsioni genetiche. Manipolazione e brevettazione di un (nuovo) DNA. Clonazione, embrioni da laboratorio, fecondazione assistita, far nascere bambini senza concepimento e senza spermatozoi, da due madri (senz’anima. Cosa è l’anima?)
Cellule staminali trapiantate in organi di maiali, per far crescere organi che dopo pochi mesi vengano trapiantati nel donatore umano, di cui solo il 20% delle cellule sono sue…

- Espianto e trapianto di organi. Traffici di bambini ed organi.

- Ambiente:
1) Kyoto. Il protocollo di Kyoto impegnava i Paesi industrializzati a ridurre le emissioni dei gas responsabili dell’effetto serra del 5% entro il 2l12!, rispetto a quelle rilevate nel 1990. Entra in vigore se ratificato dei 55 Paesi responsabili del 55% delle emissioni nocive.
2) Aja. La conferenza fallisce perché Clinton chiede di rivedere i dati, in quanto la decisione sarebbe dannosa per la Economia Statunitense, e chiede 20 anni di tempo in modo che le industrie si adeguino.
3) G8 a Genova: USA e Giappone rivedono le loro posizioni e divergono dall'Europa per fattori "economico tecnologici". Il gioco delle multinazionali fa ancora rinviare a Bonn decisioni importanti. Intanto i ghiacci si sciolgono, i deserti aumentano, il clima impazzisce.

- Troppi giovani colpiti dall’Alzheimer

- Inquinamento elettromagnetico: cellulari, emettitori e ripetitori radio-TV, computer.

- Sessualità: Non basta l’aberrante manipolazione della sessualità, se ne vuole inventare un’altra: il gay.

- Nucleare, test, centrali, bombe, uranio impoverito, scudo spaziale (per chi?), riarmamenti sempre più sofisticati: aumento di missili nucleari di offesa e di difesa (sì, ma da chi?) Guerre stellari? Certamente contro noi stessi perché non vi è altro nemico.

- Buco ozono, Anidride carbonica, Effetto Serra, Ossigeno, il Clima senza varianti tipiche di stagioni e latitudini scatena nubifragi e siccità. Molti si affidano ad una bandiera per difendere certe leggi naturali. Non ci sentiamo co-piloti della immensa astronave Terra?

- Inquinamento elementale, chimico, biologico, con aumento di tossicità, tumori, pestilenze, malattie sconosciute emergenti, fragilità genetiche e reazioni sconosciute autoimmunitarie.

- Morire di fame nel mondo dei più. Qualcuno pensa che devono esserci i poveri per alimentare i ricchi, oppure è meglio che muoiano di guerre e pestilenze, così lasciano spazio ai benestanti lontani da lotte e disgrazie. Si sono chiesti questi cosa vuol dire "Chi cercherà di salvare il proprio corpo lo perderà"?

- Focolai di guerra ovunque segni la bussola, genocidi, armi batteriologice e chimiche, insorgenza di nuove malattie genetiche, avvelenamento di suoli ed acque.

- La condanna a morte od il semplice carcere dimostrano che non siamo ancora capaci di educare in primo luogo noi stessi.

- L’Acqua, il primo bene per la vita sta per mancare perché è sempre più velenosa. Non abbiamo più rispettato fra i Regni terrestri l’armonia evolutiva, e questi non sono più per noi la Madre Amorosa.

- L’educazione, dove è finita? Le parolacce sono sempre più consentite, i cartoni violenti, i filmati porno, guerre cruente, dove giri il canale televisivo trovi una pistola che spara o una lotta marziale… Come rieducare i figli? Si fanno conferenze sull’argomento, ma con gli stessi risultati dei convegni sulla Pace!

- Bambini: 40 milioni di bambini orfani. 25 milioni di portatori di AIDS. Sfruttamento, Pedofilia, Violenza, Lavoratori, Soldati, Spacciatori… Sodomia fisica e psichica. Che differenza c’è tra un neonato delle favelas o dei rivoluzionari armati, ed un neonato di una famiglia benestante? La civiltà? Cosa è la civiltà per quest’uomo assassino contro la Patria Cosmica. I diversi tipi di angioletti che piombano dal Cosmo in questa atmosfera di umanità puzzolente, lanciano lo stesso vagito alla nascita, primo urlo di disperata incomprensione: "Perché sono venuto qui???". Questi milioni di figli che abbiamo lacerato con tante angosce, ci ritornano come promessa di destino.
Ditemi che tutto questo non è vero, perché non è possibile che l’uomo, nel duemila dopo Cristo, sia sordo e cieco, ma più che altro alle grida disperate di agonia dei propri fratelli terrestri, perché tali siamo, volenti o non.
Questo è l’uomo terrestre oggi. Parliamo ancora di speranza?
Ecco, parliamo di civiltà, scaviamone le radici dentro i nostri organi invisibili fatti di anima e di spirito: dove è finito l’ego sum? Questo grido sale nell’Universo e non può restare inascoltato. Una morsa di giustizia autorigeneratasi stringe sempre più questa umanità.
Dare Valore agli scienziati ricercatori, perché forieri di nuova conoscenza, sì. Farsi invece manipolare dalle multinazionali per denaro e per orgoglio è debolezza umana non accettabile per il benessere e la correttezza sia personale che sociale; ma esasperarsi nella moltiplicazione dei Frankstein… è fuori di ogni concezione di intelligenza…
Eppure qualcuno ci ha sempre ascoltato e seguito dallo spazio infinito e questi visitatori hanno ragione sulla crescente follia della scienza umana!
Quegli uomini dalle tute e dalle navi scintillanti che da sempre solcano visibili od invisibili i nostri cieli, che si sono anche fatti abbattere da talune situazioni od esperimenti, per darci una ennesima testimonianza umana della loro presenza di amore e non di offesa, di disponibilità fraterna con metodologie sovrumane, ma portatori di Consigli Celesti severi ed inequivocabili, hanno avuto ragione con i loro premurosi ammonimenti riguardo ai probabili e sempre più certi effetti che sarebbero scaturiti dalle nostre scelte.
Ognuno di noi può capire o no, credere o no, ma ricordare una sintesi della loro operosità negli ultimi cinquant’anni, è una storia che si ripete, al di là di ogni nostro testo di storia, che continua da quanto scritto nei "cosiddetti" testi sacri delle civiltà terrestri precedenti. Potrebbe essere un errore scartare il Vecchio Testamento, i Veda, le più antiche mitologie Egiziane, Maya, Incas, intrise degli interventi dei cosiddetti Annunciatori delle volontà del Padre.
Vediamo cosa ci hanno ripetutamente consigliato i nostri "vicini di casa cosmica", attraverso le comunicazioni di alcuni maggiori contattati.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Berta



Numero di messaggi : 25
Data d'iscrizione : 19.08.07

MessaggioTitolo: Re: CACCIATI DALL'EDEN   Mer Ott 01, 2008 11:44 pm

Di certo l'uomo non è civile.
Non è autodistruggendosi o distruggendo il nostro pianeta che, dimostra una qualsiasi civiltà.
L'umanità, in un delirio di onnipotenza, è capace a rovinare tutto.
Il ricordo di un'epoca d'oro, il giardino dell'eden ecc è una specie di nostalgia ad un passato che sicuramente è esistito, e a cui, l'uomo vorrebbe tornare.
Se l'uomo perde la fede, gli ideali, i valori, trova le brutture che sopra Teseo ha scritto.
L'unica soluzione è un ravvedimento spirituale ed una ritrovata umiltà che, faccia capire all'uomo di essere un abitante di un pianeta bellissimo su cui, potrebbe vivere in armonia con i suoi simili.
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Sephira
Admin
avatar

Numero di messaggi : 138
Data d'iscrizione : 25.05.08

MessaggioTitolo: Re: CACCIATI DALL'EDEN   Dom Ott 05, 2008 8:43 pm

Berta ha scritto:
Di certo l'uomo non è civile.
Non è autodistruggendosi o distruggendo il nostro pianeta che, dimostra una qualsiasi civiltà.
L'umanità, in un delirio di onnipotenza, è capace a rovinare tutto.
Il ricordo di un'epoca d'oro, il giardino dell'eden ecc è una specie di nostalgia ad un passato che sicuramente è esistito, e a cui, l'uomo vorrebbe tornare.
Se l'uomo perde la fede, gli ideali, i valori, trova le brutture che sopra Teseo ha scritto.
L'unica soluzione è un ravvedimento spirituale ed una ritrovata umiltà che, faccia capire all'uomo di essere un abitante di un pianeta bellissimo su cui, potrebbe vivere in armonia con i suoi simili.
Non posso che quotare senza aggiungere altro sunny
Tornare in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: CACCIATI DALL'EDEN   

Tornare in alto Andare in basso
 
CACCIATI DALL'EDEN
Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Uscire dall'autismo
» attività didattica fuori dall'aula
» Importazione di imballaggi pieni dall'India
» Misuratori di glicemia forniti gratuitamente dall'ASL: Raee 1 contro 1 ???
» Formulario emesso dall'intermediario

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
THE KNIGHTS :: THE KNIGHTS FORUM :: Epode-
Andare verso: